Avanzi di Capodanno

A Capodanno abbiamo avanzato cibo per “mezzo miliardo di euro”: ecco come “riciclarlo”

Mezzo miliardo di euro in avanzi: è questa la stima approssimativa  che ha fatto la Coldiretti sul cibo avanzato a Capodanno. Ma la maggior parte vengono riutilizzati, sia per una costante riduzione degli sprechi che per motivi economici, etici ed ambientali.

Secondo Coldiretti il 33% degli italiani ha diminuito gli sprechi alimentari, il 31% li ha mantenuti costanti, il 25% li ha annullati e il 7% invece dichiara di averli aumentati. Tra chi ha dichiarato di averli “tagliati”, ben il 60% dichiara di averli riutilizzati nei pasti successivi. Polpette, polpettoni o frittate di verdure hanno trasformato gli avanzi in nuovi piatti da gustare nei primi giorni dell’anno nuovo.

Patiti di frutta secca? La potete facilmente caramellare per farla diventare un “ottimo” torrone, mentre quella fresca la potete riutilizzare per sane macedonie e per gustose marmellate. E se avete troppi pandori per casa, potete farcirli con creme, come quella al mascarpone.

“Saper recuperare il cibo è una scelta che fa bene all’economia e all’ambiente”, dichiara Coldiretti. Per Capodanno gli italiani hanno spesso quasi 2,1 miliardi di euro e ne abbiamo avanzato quasi il 25%. Forse è il caso di scegliere più accuratamente o, per lo meno, saper “trasformare gli avanzi”.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *