Bugie ripiene

Bugie ripiene

Bugie ripiene
 
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
 
Le bugie ripiene sono una golosa variante delle tipiche bugie. Potrete farcirle con qualsiasi tipo di marmellata, con della crema al cioccolato o con della crema pasticcera. In qualsiasi caso saranno una delizia per il palato.
Autore:
Dosi: per 8 persone
Ingredienti
  • 500 gr di farina
  • 50 gr di burro
  • 1 bacca di vaniglia
  • 3 uova
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 6 gr di lievito chimico in polvere
  • 70 gr di zucchero
  • Vino bianco secco q.b.
  • 3 gr di sale
  • 150 gr di marmellata di fragole
  • 150 gr di crema alla nocciola
  • 1 l d’olio di semi
  • 100 gr di zucchero a velo
Istruzioni
  1. Setacciare il lievito e la farina e porli nella planetaria.
  2. Unire i semi della bacca di vaniglia, lo zucchero ed il sale.
  3. In un recipiente a parte, sbattere le uova intere, il tuorlo ed unitevi il vino bianco secco.
  4. Unire le uova sbattute all’impasto di lievito e farina ed impastare il tutto per 10 minuti circa, fino ad ottenere un impasto omogeneo e malleabile.
  5. Unire il burro a pezzetti poco alla volta e continuare ad impastare.
  6. Trasferire l’impasto su un piano di lavoro e dargli la forma di una palla.
  7. Coprire l’impasto con della pellicola trasparente e lasciar riposare per 30 minuti circa.
  8. Dividere l’impasto in più pezzi e passare ognuno di questi nella macchina tirapasta, fino ad ottenere una sfoglia spessa 2 mm circa.
  9. Lasciar riposare la sfoglia tirata per qualche minuto.
  10. Con un cucchiaio formate dei piccoli mucchietti di marmellata o di crema alla nocciola, che andrete a disporre sull’impasto, distanti circa 3 cm l’uno dall’altro.
  11. Spennellare leggermente la sfoglia con dell’acqua, ripiegate l’impasto e chiudere le bugie.
  12. Dividete le bugie l’una dall’altra e ponetele in abbondante olio bollente, un pò alla volta.
  13. Una volta dorate, scolatele e ponetele su della carta assorbente.
  14. Cospargere le bugie con un abbondante spolverata di zucchero a velo e servire in tavola.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *