Cibi salutari FDA

Cibi “salutari”, dall’America arriva la lista aggiornata

La Food and Drug Administration, l’ente che in America regola farmaci e alimentazione, ha di recente aggiornato la lista dei cibi salutari e non, anche a fronte delle ultime conoscenze nutrizionali.

L’Agenzia, a tal fine, ha aperto al pubblico e agli esperti alimentari una consultazione sulla moderna definizione di “salutare”, termine che è utilizzato in medicina sin dal 1995, in modo tale comprendere quali siano gli ingredienti e nutrienti che oggi possiamo considerare sani.

In questa categoria attualmente rientrano cibi che rispondono a criteri di valutazione basati sui grassi, grassi saturati, sul sodio, colesterolo e ingredienti come vitamini C  o calcio.

Hanno dichiarato, difatti, che riesaminare le regole che definiscono gli alimenti come “salutari” sia da attuarsi il prima possibile, al fine di rendere tale lista il più precisa e puntuale possibile.

Quali sono i cibi che non dovrebbero mai mancare sulla nostra tavola? L’FDA ha raccomandato di non rinunciare mai a frutta, legumi e vegetali tra cui: mirtilli, vino, legumi, cavoli, salmone, noci, zucca, mele, banane, broccoli, spinaci, patate dolci, fagioli rossi, lenticchie, barbabietole, melanzane, pomodori, quinoa, pane integrale, bulgur, avena, semi di chia, mandorle, tonno, yogurt e cioccolato.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *