Gastronomia Sovietniko

Dalla Russia con sapore: Torino apre le porte al Master of Food

Nato nel 2000 il Master of Food è stato il più grande, completo e innovativo ciclo di studi agroalimentari mai sperimentato, al fine di divulgare diverse tipologie di preparazioni, tipiche di ogni parte del mondo.Il prossimo evento lanciato da Slow Food Italia si svolgerà lunedì 9 novembre a Torino in Piazza Bodoni.
L’incontro fa parte del ciclo di Master of Food dedicato alle Tecniche di Cucine dal mondo, una serie di speciali lezioni di cucina firmate Slow Food Italia.

Cucina SovieticaTale evento è dedicato alla cucina Russa e sarà guidato da Sasha Fedotenko della Gastronomia Sovietniko.
Sasha si cimenterà nella stufatura al forno secondo la sua tradizione, con il pesce alla Suvorov, una preparazione molto semplice e allo stesso tempo energetica a base di pesce, in questo caso trota salmonata, funghi e patate con cui il generale russo alla fine del ‘700 nutriva il suo esercito durante la campagna italo-svizzera. Inoltre, lo chef preparerà la zuppa Schij di Pietro il Grande, un piatto a base di verza, simbolo per eccellenza della cucina russa.
In base agli ingredienti usati arricchisce la tavola di contadini e re, e nella versione di Pietro il Grande. Oltre alla verza in questo piatto si gustano anche carne di manzo e funghi porcini.

La lezione dura circa tre ore a partire dalle 19:00 e prevede la degustazione del piatto realizzato. Il costo è di 35 euro per i soci Slow Food e 40 per chi ancora deve associarsi.

Con i Master of Food si visitano i luoghi di produzione e vendita dei prodotti enogastronomici e si impara simulando, degustando e confrontando, per acquisire le conoscenze legate al cibo attraverso il saper fare e il saper scegliere. Dagli ingredienti ai piatti preparati, dal cibo alle bevande, dalle tecniche da adottare in cucina a quele utili per fare la spesa.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *