Avocado

Diete a basso contenuto di grassi? Meglio di no

Levare completamente i grassi dalla propria dieta potrebbe portare a conseguenze disastrose. L’allarme arriva dal National Obesity Forum e dal Public Health Collaboration, due enti britannici che si occupano di salute pubblica.

Questi enti spiegano che focalizzare l’attenzione su cibi a basso contenuto di grassi non risolve il problema della salute pubblica, mentre sconsigliano di cibarsi fuori dai pasti, vero motivo dell’accumulo di peso.

I grassi non sono il demonio.

Carne, pesce, latticini e avocado possono essere consumati, con moderazione. E occhio ai cibi “light” o “con pochi grassi”: persone con diabete di tipo 2 dovrebber mangiare grassi “buoni” ed evitare di abusare di carboidrati.

Meno zuccheri, più calorie.

Va limitato il consumo di zuccheri, non il controllo delle calorie: un’alimentazione povera di carboidrati raffinati ma con il giusto apporto di grassi aiuta a prevenire l’aumento di peso e favorisce il dimagrimento. E inoltre è sbagliato pensare che lo sport sia il rimedio universale contro una dieta sbagliata.
Secondo il report, mangiare formaggi, yogurt e bere latte riduce le possibilità di diventare obesi. Cibi ‘naturali’ e nutrienti come carne, pesce,  latticini, noci, semi, avocado, olive, contengono grassi. E la loro demonizzazione allontana la popolazione da cibi naturali, molto nutrienti, utili per la salute e il benessere.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *