Diete detox

Diete disintossicanti: perchè farle, quando farle

Le diete disintossicanti consistono in regimi alimentari che hanno lo scopo non solo di perdere massa grassa, ma anche di eliminare le tossine e le scorie che gradualmente si accumulano nell’organismo, per colpa di stress, caldo e alimenti calorici. Nonostante le feste siano finite da un pezzo, è possibile sentirsi stanchi, gonfi e stressati, senza capire da dove derivi questo disagio. Probabilmente molti fattori influiscono sul malessere fisico e psicologico, quali il cibo spazzatura, lo stress lavorativo e familiare, i farmaci assunti.
Questo tipo di dieta non deve essere praticato per lungo tempo, perché potrebbe determinare la carenza di alcuni elementi essenziali all’organismo; un breve periodo, di pochi giorni, può depurare efficacemente i tessuti dai metaboliti tossici accumulati.
Il momento migliore per decidere di seguire una dieta disintossicante è alla fine di un periodo di festa in cui si mangia in abbondanza senza badare alla linea, oppure al cambio di stagione, ad esempio a marzo, alla fine del periodo invernale, o a settembre, per prepararsi alla stagione fredda mantenendo tutto il benessere guadagnato durante le vacanze estive.
Uno dei principali elementi disintossicanti è l’acqua, onnipresente in natura, che diluisce le scorie e le tossine e le drena, indirizzandole ai reni e quindi verso l’eliminazione. I cibi cosiddetti “detox” sono ricchi di fibre e acqua e quindi via libera a frutta e verdura; durante la dieta disintossicante, evitare i cibi ricchi di proteine animali e colesterolo (latticini, salse, hot-dog, pizza, prodotti confezionati) e anche caffè e alcolici.
Un esempio di dieta disintossicante prevede a colazione, un centrifugato di verdura e frutta, con aggiunta di un cucchiaino di miele e qualche fetta biscottata; a metà mattina, tè verde e una spremuta di arancia. A pranzo, passato di verdure, verdura fresca non condita e ancora tè verde, dalle proprietà drenanti. Per merenda, un altro centrifugato. A cena infine, verdura fresca o bollita condita con limone o pochissimo olio extravergine; in alternativa, yogurt magro e verdure bollite.
Sempre consigliata è l’attività fisica: la sudorazione infatti è una delle vie naturali per espellere le scorie cutanee attraverso i pori nell’epidermide. Il fumo, naturalmente, deve essere tabù, per una serie di motivi ampiamente conosciuti. Lo stress va piuttosto gestito con altri mezzi, come lo yoga, il nuoto, la corsa; vanno inoltre sospesi tutti i farmaci che non siano assolutamente necessari.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *