Emicrania e alimentazione

Emicrania e alimentazione: la lista dei cibi da evitare e quelli innocui

Soffrite di mal di testa? L’emicrania è una patologia neurologica cronica di cui si ritiene ne soffra il 12% della popolazione adulta. Può durare fino a 72 ore e può essere preceduta da sintomi spiacevoli come nausea, vomito, fotofobia e anche fonofobia.

Lo scatenarsi dell’emicrania è spesso associato allo stress, a variazioni ormonali, modifiche negli stadi sonno-veglia e anche nell’assunzione di farmaci e cambiamenti climatici.

Fin dagli anni ’80 esiste una dieta “per eliminazione”, creata da un gruppo di ricercatori dell’Hospital for Sick Children di Londra, che consentì di individuare i cibi che scatenavano la cefalea portando la maggioranza dei pazienti ad abolirli dalla loro alimentazione.

Ecco l’elenco dei cibi:

Cibi da evitare

  • Formaggi, stagionati e fermentati (ricchi di tiramina che non vengono metabolizzate adeguatamente, provocando il mal di testa);
  • Alcol
  • Carne e insaccati (ricchi di tiramina e nitrati)
  • Cibi grassi e fritture
  • Aspartame
  • Glutammato monosodico
  • Gelato o alimenti freddi
  • Agrumi, mele, banane, pesche e pomodori
  • Noci e nocciole
  • Cioccolato
  • Uova

Cibi innocui

  • Riso, in particolare quello integrale;
  • Frutta (tranne agrumi, mele, banane e pesche)
  • Semi di sesamo
  • Miglio (che è ricco di magnesio)
  • Pepe di Cayenna (che inibisce la percezione del dolore)
  • Aceto di mele (utile diluito in acqua calda e inalato alla comparsa del mal di testa)
  • Mandorle (che contengono la salicina, ideale per combattere il mal di testa)
  • Verdure verdi cotte (come broccoli e spinaci)
  • Verdure arancio cotte (carote, patate dolci, zucca)

L’approccio ideale per testare l’incidenza dell’alimentazione sul mal di testa sarebbe quello di evitare i cibi che potenzialmente generano problemi per un paio di settimane reintroducendoli gradualmente per scoprirne la vera origine e i veri “responsabili”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *