Frutti di bosco, uva e mele: dimagrire con il resveratrolo

Il resveratrolo combatte il grasso corporeo e l’invecchiamento.

Dalle ultime ricerche pare che il resveratrolo sia un elemento utile a contrastare il sintomi dell’invecchiamento e l’adipe.
Quest’importante sostanza si trova negli acini d’uva, nei frutti di bosco e nelle mele ma secondo la medicina orientale anche una pianta denominata ‘Polygonum cuspidatum’ lo contiene in alte quantità.
I ricercatori hanno accertato che il resveratrolo si trova principalmente nella buccia dell’uva mentre quello contenuto nel vino dipende soprattutto dalla zona dove esso è prodotto e dalla vite.
Dal punto di vista agronomico pare che le viti con una buona percentuale di resveratrolo siano quelle americane infatti, sono più resistenti alle malattie parassitarie, da fungine e micotiche.
I vini rossi e rosati contengono maggiore quantità di resveratrolo rispetto al vino bianco che ne è quasi privo.
In laboratorio il resveratrolo presente in uva, frutti di bosco e mele, risulta come un potente estrogeno sintetico capace di far scendere i livelli di colesterolo nel sangue e impedire l’assorbimento di estrogeni rallentando la crescita di cellule tumorali.
I nutrizionisti affermano che il resveratrolo è ottimo per chi vuole dimagrire perché controlla l’indice glicemico e contrasta la formazione di adipe ed essendo antiossidante, elimina gli accumuli di grasso.
Le ricerche che si stanno effettuando sono di estrema importanza poiché se davvero il resveratrolo avesse un effetto così potente, la scienza farebbe un grande passo avanti nel campo delle malattie tumorali e in quello dell’obesità.
Tuttavia, le ricerche stanno ancora continuando e qualsiasi ipotesi è ancora azzardata.
Chi vuole beneficiare degli effetti di questa sostanza può seguire una dieta ipocalorica ed assumere buone quantità di frutta contenente resveratrolo.
Essendo quest’elemento un potente inibitore dell’appetito, la fame nervosa si calmerà alimentandosi con spuntini a base di frutti di bosco, uva e mele.
Molte persone infatti, tendono a sgranocchiare snack e dolciumi durante la giornata non per appetito ma perché sono semplicemente ansiose.
Al resveratrolo sono attribuite anche importanti virtù capaci di fluidificare il sangue con minor rischio di trombosi ed ostruzione delle arterie.
Chi ama il vino però, non deve assolutamente pensare che bevendo più del necessario possa risolvere i propri problemi di salute dato che sicuramente migliorerebbe la circolazione ma ne risentirebbero fegato ed arterie.
Molte case farmaceutiche stanno tentanto di realizzare integratori con questo potente elemento che è un eccellente ‘scudo per il cervello’.
Le prime ricerche sono molto positive e se si dovesse appurare con certezza che il resveratrolo aiuta a scendere di peso, sarebbe un importante scoperta per coloro che vogliono perdere i chili di troppo.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *