I benefici della cottura in pentola a pressione

Gli italiani preferiscono un corretto stile di vita.

Da qualche anno e precisamente da quando l’informazione entra capillarmente nelle nostre case, gli italiani stanno adottando metodiche di alimentazione sana.
I nutrizionisti spendono molte parole a beneficio di quegli alimenti realizzati con l’aiuto di particolari pentole che permettono di cucinare le pietanze senza grassi aggiunti.
È chiaro che è indispensabile limitare al massimo i cibi fritti mentre sono da preferire gli alimenti cotti senza l’uso di ulteriori grassi visto che alcuni cibi li contengono già.
La pentola a pressione è per antonomasia il classico esempio di come lasciare inalterato il valore nutritivo degli alimenti attraverso una cottura semplice e rapida.

I benefici della cottura nella pentola a pressione.

Con la metodica della cottura a vapore non avviene il diretto contatto dei cibi con l’acqua ma si sfrutta il principio della pressione.
La pentola a pressione infatti è fornita di un particolare coperchio che viene ermeticamente chiuso e durante la cottura, si sviluppa una pressione molto pù alta di quella ambientale.
Le vitamine, i sali minerali e gli antiossidanti rimangono inalterati e non fuoriescono dai cibi ed inoltre, i tempi di cottura vengono dimezzati.
Fortunatamente, questo innovativo metodo di cottura sta entrando a far parte della nostra cultura culinaria perché il sistema viene considerato sano e dietetico.
Il cibo cuoce grazie al calore umido e sapori ed aromi rimangono immutati anche usando pochissimo condimento tanto che le pietanze risultano digeribili e leggerissime.
Dato che nella pentola a pressione si sviluppano temperature davvero alte, è possibile cuocere anche cibi al cartoccio o crostacei che a cottura ultimata risulteranno più morbidi del previsto mantenendo però la loro compattezza.

La pentola a pressione ottima per pesci, verdure ed ortaggi.

Tutti quei pesci dalle carni delicate come il nasello o la spigola conservano aroma e profumo se preparati con la pentola a pressione.
I pesci vanno conditi nello stesso modo della tradizionale cottura al forno ossia al loro interno con aglio, sale, spezie ed un filino dolio.
Tuttavia per aromatizzare l’acqua di cottura e renderla più profumata, si possono aggiungere spezie vino o aceto e continuare la cottura dimezzando i tempi affinché il pesce rimanga integro.
Per quanto riguarda verdure ed ortaggi si ottengono risultati eccellenti sia per le verdure in foglia che per quelle tagliate a tocchetti.
La pentola a pressione si rivela un valido aiuto anche per le patate che se cotte con la buccia, mantengono inalterati i valori nutrizionali e il contenuto d’amido.
Molti pediatri raccomandano l’utilizzo della pentola a pressione per la preparazione dei cibi dei loro piccoli pazienti, affinché possano usufruire di tutte le proprietà organolettiche degli alimenti.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *