Il simbolo gastronomico del Natale in Italia: sua Maestà il panettone!

Sebbene i piatti tipici del Natale siano diversi da regione a regione, su una cosa tutte le tavole italiane si trovano d’accordo: la presenza del mitico panettone, il dolce simbolo della gastronomia natalizia in Italia.

Di origine lombarda, più precisamente milanese, il panettone è composto da un impasto di lievito, uova, acqua, farina, zucchero e burro, a cui si uniscono uvetta e frutta candita. Ormai ben cristallizzato nella tradizione dolciaria del Natale, il panettone affonda le sue radici intorno alla fine del quindicesimo secolo d.C.

Panettone

Sono due le versioni più diffuse riguardo la sua storia. La prima vede come protagonista messer Ughetto degli Atellani, falconiere milanese innamorato della giovane Adalgisa, il quale si fece assumere come garzone da Toni, panettiere e padre della giovane. Un giorno, mentre si trovava di servizio da Toni, preparò un impasto con acqua, farina e lievito naturale, uova, burro, miele e uva sultanina: il dolce ideato da messer Ughetto riscosse grande successo e venne chiamato, in onore al padre della sua amata, “pan del Ton”, da cui derivò Panettone.

PanettoneUn’altra versione rimanda invece a Toni, sguattero alla corte di Ludovico il Moro. Secondo questa leggenda, il duca organizzò un lauto cenone natalizio riservato a tutti i nobili della zona. Nel corso del ricevimento, però, ci fu un imprevisto: il cuoco dimenticò il dolce in forno e lo bruciò. Fu allora che intervenne il garzone Toni, che improvvisò una ricetta con gli ingredienti rimasti in cucina: farina, uvetta, burro, uova. Nacque così il “pan del Toni”, che divenne poi Panettone e si mantenne come dolce simbolo del Natale.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *