La dieta per l’estate

D’estate, come è certamente noto, quel che mangiamo deve essere modificato in funzione del clima. Certo, non occorre ridurre l’apporto energetico degli alimenti: il fabbisogno umano anche se varia da persona a persona non ha grossi sbalzi stagionali, d’estate oltre al metabolismo basale dissipiamo energia attraverso il sudore e, in generale, attraverso il dispendio cinetico dovuto all’attività all’aria aperta, ma in ogni caso un quarantenne che pesa 70 Kg ha un fabbisogno di circa 3000 Cal d’inverno come d’estate. Con la differenza che d’estate sono da evitare cibi troppo grassi, o troppo pesanti. Il primo “soccorso” che riceviamo, è la nostra tipica dieta mediterranea, ricca di verdure, ma esistono alternative note e già studiate dalla medicina e dalla scienza dell’alimentazione, pertanto basta seguire alcune utili regole generali.
La prima regola è idratarsi bene, per compensare la perdita d’acqua dovuta al caldo, ma anche perché bere molto completa l’azione depurativa di un’alimentazione corretta. Non è obbligatorio bere solo acqua. Certo, occorre una moderazione con alcoolici e superalcolici, che d’estate possono fare danni seri, ma vanno bene anche centrifugati di verdura e tisane. Occorre poi fare molto uso di alimenti contenenti vitamina A e beta carotene, quindi vanno bene tutte le verdure colorate, e licopene, che è la sostanza che da la colorazione tipica ai pomodori. Quindi una dieta per l’estate passa attraverso il consumo di albicocche, anguria, ciliegie, melone, pomodori, peperoni.
Per quanto riguarda i cibi cotti, in estate è bene usare più spesso la cottura a vapore: gli alimenti non entrano in contatto con l’acqua e quindi non disperdono nell’acqua di cottura le vitamine e i sali minerali.
Come regola generale, si può mangiare praticamente qualsiasi verdura, sia come contorno o per arricchire i sughi, sia come consumo lontano dai pasti, quando si vuole.
A causa del costante fabbisogno energetico del nostro corpo, mai saltare la colazione, che in estate è preferibile che preveda il consumo di cereali con pochi grassi, in alternativa va bene lo yogurt. Un pranzo estivo perfetto dal punto di vista dietetico vede come primo piatto un’insalata di pasta fredda, arricchita di tutte le verdure di stagione, seguite da frutta in abbondanza, che possiamo acquisire mediante un paio di fette di melone o una ricca macedonia. Per cena vanno benissimo le grigliate di verdure, se si preferisce la carne deve essere magra, ma vanno bene anche prosciutto e melone o della mozzarella. Se lontano dai pasti dovesse venire fame e si rendesse necessario uno spuntino, anche in questo caso occorre consumare frutta.
Infine, ricordate che soprattutto d’estate è importante mangiare con calma e assolutamente senza fretta.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *