Michelle Obama cucina la pasta nella pentola a pressione?

Michelle Obama

Michelle Obama

Sono ormai più di due anni che la first lady Michelle Obama ha iniziato la sua battaglia “Let’s Move”, per promuovere uno stile di vita sano e un’alimentazione corretta, dato che negli Stati Uniti il 30% dei bambini è obeso e, nel caso degli adulti, le percentuali salgono ulteriormente. Se nel paese del junk-food per eccellenza il rigore salutista di Michelle Obama ha già fatto storcere il naso a molti ragazzi, che nelle mense scolastiche si sono ritrovati nel piatto verdure sconosciute, l’ultima trovata della moglie del presidente Obama ha lasciato perplessi anche gli italiani.

Durante la visita a Milano in occasione dell’Expo, Michelle Obama ha ribadito che la pasta è un alimento sano, ottimo per mantenere la linea, salutare, eco-sostenibile e che rientra perfettamente nel modello di dieta mediterranea che la sua campagna Let’s Move cerca di diffondere negli USA.

In occasione dell’evento più importante dell’anno, quindi, sono tornate alla ribalta le dichiarazioni che la first lady aveva fatto pochi mesi fa a una rivista americana, riguardo alla sua ricetta preferita per preparare la pasta. Michelle Obama ha rivelato di mettere spaghetti, pomodori e spinaci cotti per 30 minuti in una pentola a pressione: in questo modo, sostiene, si utilizza un ottavo del sale e un quinto dell’acqua che sarebbero necessari con la cottura classica. Molti italiani si sono quindi chiesti che aspetto avesse la pasta dopo ben mezz’ora di cottura nella pentola a pressione che, come tutti sanno, permette di raggiungere temperature elevatissime che renderebbero la pasta una colla molliccia.

E’ stato poi chiarito lo sfortunato equivoco, che aveva mandato su tutte le furie molti italiani; in realtà, Michelle Obama non utilizza una pentola a pressione, ma una casseruola in ghisa che diffonde uniformemente il calore; gli ingredienti inoltre non vanno certo cotti per 30 minuti, ma solo per 7. Una rivisitazione in chiave americana dei classici spaghetti al pomodoro italiani; gli spinaci forse non c’entrano molto, ma la signora Obama merita comunque un voto a favore per il coraggio.
D’altronde, anche lo chef italiano Davide Scabin (2 stelle Michelin, non certo uno sprovveduto) ha proposto la cottura della pasta all’amatriciana nella pentola a pressione, con risultati eccezionali.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *