Mocaki, la cucina per i gatti

Mocaki, la cucina modulare per chi ha dei gatti

La “cucina ideata per i possessori di gatti” conquista l’America. L’idea è venuta a due designer di Ancona, Daniele Schinaia e Francesco Vintrici: creare un sistema modulare che permetta ai felini casalinghi di ‘abitare’ la cucina in modo divertente, e più sicuro per i loro padroni.

Si tratta di una cucina con vari spazi collocati nella parte bassa di piani cottura e affini, che il gatto può percorrere a suo piacimento, senza dar fastidio a chi sta preparando il pranzo o la cena. Nasce così Mocaki (Modular Cat kitchen), «la cucina progettata per chi vive con i gatti».

Mocaki, la cucina per i gattiIl prototipo, esposto alla Hyper Room di corso Venezia nell’ambito di ‘Milano Design Week’, ha subito fatto colpo, soprattutto grazie all’interessamento di un giornalista di Reviewed.com, il famoso portale di tendenze e innovazione del gruppo Usa Today.

In Italia Mocaki ha affascinato Interni Magazine e Animal Glamour (la ‘Vogue dei gatti’), ma non è certo finita qui. Vintrici è convinto che «se ne parlerà molto».

Il tutto è nato dalla loro passione per i gatti. Pensando che solo nelle case italiane ce ne sono otto milioni, e 75 negli Stati Uniti, hanno voluto creare una serie di cucine adatte a chi ne ha uno o più in casa: dritte, spezzate, ad angolo, o a isola, come il concept di Milano. Siccome il gatto è curioso, e ama esplorare, scoprire, nascondersi, hanno creato spazi con cerchi da cui può entrare e divertirsi, senza disturbare la gente.

Ora si spera che sia così anche per altri milioni di gatti in tutto il mondo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *