Pancia gonfia, i cibi da evitare

La pancia gonfia può essere dovuta a diverse fattori, quali intolleranze alimentari, alterazione della
flora intestinale, ritenzione idrica, diverticoliti, intestino irritabile e quant’altro. Tuttavia la
principale causa rimane un’alimentazione sbagliata, frettolosa, per cui si tende a masticare troppo
poco il cibo rendendo difficile la digestione. Per ottenere una pancia piatta sarà necessario porre
attenzione ai cibi che si inghiottiscono evitando o almeno limitando alcuni cibi quali i legumi,
secchi o freschi, come fagioli,lenticchie, piselli, fave , eccetera in quanto provocano meteorismo e
flatulenza, effetti che sono dovuti alla mancanza nell’intestino di enzimi in grado di attaccare
determinati glicidi presenti nei legumi e che quindi fermentano producendo gas e gonfiore.
Consigliabile evitare anche il consumo di broccoli, cavoli, formaggi fermentati, mollica di pane,
alimenti contenenti lieviti, cereali integrali, polenta, avena, cipolle, aglio, porri, rape, rapanelli,
crusca, pasta fresca, carni grasse, salumi ed insaccati, burro, panna, latte, maionese, banane, frutta
secca, dolciumi in genere, fritture, alimenti in scatola, alcolici e bevande gasate. Per sgonfiare la
pancia sarà, inoltre, fondamentale aumentare il consumo di verdura fresca mangiandola prima del
pranzo e della cena senza eccedere nel condimento. Perfetti saranno tutti i vegetali dal potere
drenante come la lattuga, le carote, la cicoria, la rucola, la zucca, gli spinaci, i carciofi, gli asparagi,
le zucchine, i finocchi e le patate. Via libera anche alla frutta, da assumere almeno mezz’ora dopo i
pasti oppure a colazione, optando per more, mirtilli, pompelmi, mele, pere, prugne, ananas, anguria
e meloni. Sia la verdure che la frutta apporteranno sali minerali e vitamine preziose all’organismo,
in particolare il potassio in grado di contrastare la ritenzione idrica, la vitamina B7 che favorisce la
depurazione e la disintossicazione favorendo la riduzione del gonfiore ed il calcio che elimina la
sensazione di gonfiore ed i liquidi in eccesso presenti nell’addome.
Per contrastare, definitivamente, il fastidioso gonfiore di pancia diventa quindi fondamentale
imparare a mangiare correttamente. Non si dovrà mai abolire la colazione che dovrà prevedere, uno
yogurt magro al naturale con due o tre gallette di riso cosparse di marmellata, oppure una tazza di
caffè d’orzo o una di té verde addolcite con miele con due fette biscottate ed uno yogurt magro.
Durante la giornata, sarà bene prendere l’abitudine di fare due spuntini, uno a mezza mattinata ed
uno nel pomeriggio, eliminando gli snack zuccherati o salati per optare per una porzione di
macedonia, un frutto o della verdura cruda come carote, sedano o pomodoro. Il pranzo e la cena
dovranno essere realizzati con i cibi consigliati contro il gonfiore e cucinati con pochi grassi ed
insaporiti con dello zenzero, fresco o in polvere, in quanto che ha la proprietà di facilitare il
processo digestivo e quindi di ridurre il gonfiore. Da non dimenticare di bere almeno dieci bicchieri
di acqua naturale, di svolgere una regolare e costante attività fisica e di assumere tisane antigonfiore
e diuretiche realizzate con peduncoli di ciliege, radice di gramigna, foglie di uva ursina e barbe di
meliga.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *