Pasta con pesto alla trapanese

Pasta con pesto alla trapanese

Pasta con pesto alla trapanese
 
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
 
La pasta con il pesto alla trapanese o pasta cull'agghia in siciliano, è un piatto antico, nato nel porto della città di Trapani, dall'incontro tra le navi genovesi che portavano la tradizionale agliata ligure, rielaborata poi dai marinai trapanesi con i prodotti della loro terra, il pomodoro e le mandorle.
Dosi: per 4 persone
Ingredienti
  • 350 gr di pasta corta
  • 3 spicchi d’aglio
  • Un mazzetto di basilico
  • 10 mandorle sgusciate
  • Olio d’oliva q.b.
  • 4 pomodori maturi
  • 100 gr di pecorino grattugiato
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
Istruzioni
  1. Portare a bollore una pentola d’acqua, spegnere il fuoco e buttarci dentro i pomodori, lasciandoli in ammollo un minuto circa, fino a quando la pelle inizierà a screpolarsi; quindi tirarli fuori dall'acqua, togliere la pelle e tagliarli in due, eliminando i semi e l’acqua all'interno.
  2. Staccare le foglie di basilico dai rametti, lavarle e asciugarle bene.
  3. Scaldare in un padellino 2 cucchiai d’olio e, quando sarà bollente, unirvi le mandorle e farle friggere per qualche minuto, quindi scolarle, sgocciolarle e strofinarle con un canovaccio per eliminare i residui dalla pellicola esterna, per evitare di dare un gusto amarognolo al pesto.
  4. Porre in un mortaio di marmo il basilico, l’aglio, i pomodori, il sale e il pepe, sminuzzarli con il pestello versandovi l’olio a filo. Spezzettare le mandorle e unirle agli altri ingredienti nel mortaio.
  5. Continuare a lavorare con il pestello fino a quando non si otterrà una salsa piuttosto fluida.
  6. Bollire le eliche in abbondante acqua salata, scolarle e versarle in una zuppiera, unirci il pesto, cospargere di pecorino grattugiato e servire.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *